bi®thmark

Il marchio.

“Un progetto materializzato nel 2000, come contenitore di un nuovo set di ricerca, voluto dentro la pianificazione del digitale.
Start iniziale, prodotti perfettamente risolti; materia attiva, sine copyright: il parto tecnologico dell’oggetto ludico, senza funzione, premeditato.
Sottofondo silenzioso: una manifattura meticolosa di sfruttamento e oscure reti di distribuzione. Merce, da collezionare o da consumare.
Inquietanti materie, carne da sezionare, intuibile percezione al contatto.
Una geografia culturale immutata e persistente.
Prodotti perfetti da reinserire nella matrice dell’occhio digitale: paesaggi quotidiani, laboratorio sull’umano.
Leggero distraente goloso piccolo sfuggente godimento.
In superficie la determinazione di manifestare un’immagine interrogativa, anormale, a più sensi. Reale, autorizzata CE.

Birthmark contemporary art