bi®thmark matris - rgb 03

bi®thmark glossario (3)

ABORTO
Interruzione della gravidanza entro il 180° giorno di amenorrea (ossia 25 settimane e 5 giorni).

ADRENARCA
Inizio della produzione androgenica della corteccia surrenale e conseguente comparsa nell’uomo di peluria pubica e ascellare.

AID (Artificial Insemination Donor)
Tecnicamente simile all’AIH, viene utilizzato liquido seminale di un donatore. Trova indicazione nella azoospermia secretiva, negli errori genici, dove entrambi i partners sono portatori sani dello stesso errore genico (emofilia, miastenia etc.). Ultimamente la richiesta di liquido seminale da donatore viene effettuato anche da coppie lesbiche e donne singole.

AIH (Artificial Insemination Homologous)
Tecnica mediante la quale il liquido seminale del partner viene deposto in vari tratti dell’apparato genitale femminile. In regione paracervicale, intracervicale, intrauterina, intratubarica, intraperitoneale. Queste ultime tre metodiche impongono un trattamento di preparazione del liquido seminale in modo che nell’inseminazione vengano utilizzati solamente spermatozoi mobili (vedi Inseminazione).

AMENORREA
Termine generico per indicare l’assenza delle mestruazioni.

AMNIOCENTESI
Prelievo di liquido amniotico con cui possono essere eseguiti esami sulle cellule fetali. La più importante è lo studio del cariotipo fetale e determinazione del sesso.

ANDROGENI
Ormoni sessuali maschili.

ANDROLOGO
Medico specialista in problemi riproduttivi e sessuali maschili.

ANNESSI UTERINI
Termine medico che indica genericamente tube e ovaie.

ANNIDAMENTO vedi Impianto.

ANOVULAZIONE
Assenza dell’ovulazione. Si possono avere mestruazioni anche senza ovulazione.

ANTICORPO
Proteina prodotta dall’organismo contro sostanze ad esso estranee (dette Antigeni).

ANTIGENE
Termine generico per indicare ogni sostanza capace di provocare la formazione di anticorpi.

ASTENOSPERMIA
Riduzione del numero degli spermatozoi mobili. Si considera normale un liquido seminale dove almeno il 50% degli spermatozoi sono dotati di motilità.

AZOOSPERMIA
Assenza di spermatozoi nel liquido seminale.

BLASTOCISTI
Termine che definisce uno stadio dello sviluppo embrionale. E’ la fase in cui avviene l’impianto in utero e si verifica circa 6/8 giorni dopo la fecondazione dell’ovocita.

CAPACITAZIONE
Serie di fenomeni fisiologici e biochimici mediante cui lo spermatozoo in contatto con determinati fluidi dal canale cervicale all’interno dell’utero e nelle tube di Falloppio acquisisce la capacità di fecondare l’ovocita.

CARIOTIPO
Corredo cromosomico di una cellula. Nello studio del cariotipo viene valutato il numero e la struttura dei cromosomi.

CELIOSCOPIA vedi Laparoscopia.

CERVICE
Parte inferiore dell’utero (collo) che sporge in vagina. In Sterilità è importante per la funzione secretiva del muco cervicale nel momento dell’ovulazione.

CLIMATERIO
Periodo di transizione della vita femminile nel corso della quale una progressiva riduzione dell’attività secretoria ovarica conduce alla cessazione della capacità riproduttiva; tale fase è collocata tra i 42 e i 54 anni.

COITO
Rapporto genitale eterosessuale con introduzione del pene in vagina ed emissione del liquido seminale.

CONCEPIMENTO
Processo biologico identificabile con fecondazione.

CORPO LUTEO
E’ la trasformazione che il follicolo ovarico subisce dopo l’ovulazione. Questo organo endocrino produce prevalentemente progesterone per il mantenimento della fase luteale. Si esaurisce al 14° giorno dopo l’ovulazione, in caso di mancato concepimento. Continua la secrezione di progesterone ed estrogeni trasformandosi in corpo luteo gravidico nei casi di avvenuta fertilizzazione.

CRIOCONSERVAZIONE
Procedimento utilizzato per conservare embrioni o sperma mediante congelamento in azoto liquido a meno di 196 gradi Centigradi.

CRIPTOZOOSPERMIA
Numero di spermatozoi inferiore ad un milione/ml.

CROMOSOMI
Veicoli dell’informazione genetica, costituiti principalmente da molecole di DNA e proteine basiche (istoni); il numero dei cromosomi è una caratteristica specifica della specie. L’uomo ha 23 coppie di cromosomi, di cui 22 denominate autosomi e 1 eterocromosomi (identici nella femmina: cariotipo 46XX; diversi nel maschio: cariotipo 46XY).

DISMENORREA
Mestruazione particolarmente dolorosa.

DISPERMIA
Termine generico che indica qualsiasi patologia del liquido seminale.

ECOGRAFIA
Metodica diagnostica con ultrasuoni che inviati sull’organo in esame permettono di registrare come immagine le onde riflesse dall’organo per studiarne forme e dimensioni.

EIACULAZIONE
Emissione di liquido seminale. In alcuni casi patologici, l’emissione di liquido seminale non avviene verso l’esterno ma verso la vescica (eiaculazione retrograda).

EMBRIONE
L’ovocita fecondato, zigote, attraverso le successive divisioni cellulari in Morula e Blastocisti, dà origine agli annessi embrionali ed all’embrione. Genericamente viene definito embrione già dallo stadio di due cellule fino all’ottava settimana di gravidanza.

EMBRIONE TRANSFER
Transfer embrionario. Una volta ottenuti in laboratorio gli embrioni, questi devono essere trasferiti in utero, o in tuba.

ENDOMETRIO
Mucosa che riveste la superficie interna dell’utero.

ENDOMETRIOSI
Malattia caratterizzata dallo sviluppo di tessuto endometriale in sede abnorme rispetto all’abituale, cioè la cavità dell’utero.

ESTROGENI
Ormoni femminili prodotti prevalentemente dalla ovaie. Gli estrogeni esplicano un’importante funzione nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della donna.

FECONDAZIONE
Processo biologico che inizia con la penetrazione dello spermatozoo nell’ovocita.

FERTILITA’
Capacità di moltiplicazione della specie.

FERTILIZZAZIONE IN VITRO
Termine generico per indicare in provetta la fertilizzazione degli ovociti. Vengono posti in piccole provette gli ovociti e nelle stesse gli spermatozoi. Gli embrioni ottenuti vengono poi trasferiti in utero (Fiv-et) o in tuba (Tet).

FETO
Prodotto del concepimento dall’8a settimana di sviluppo intrauterino sino al termine della gravidanza.

FIV-ET (Fertilizzazione in Vitro con Embrio Transfer) Termine inglese IVF-ET (In vitro fertilization-embrio transfer).
Questa tecnica si compone di varie fasi: induzione multipla dell’ovulazione, prelievo ovocitario, inseminazione degli ovociti in provetta con spermatozoi capacitati, transfer degli embrioni in utero. La prima indicazione questa tecnica è rappresentata dalla occlusione tubarica bilaterale e secondariamente dalla patologia maschile medio-grave.

FOLLICOLO
Formazione dell’ovaio contenente l’ovocita. Normalmente per ogni ciclo, si forma un solo follicolo che, dopo circa 14 giorni dalla mestruazione, giunto a completa maturazione, scoppia liberando la cellula uovo pronta per la sua eventuale fecondazione.
FSH Vedi ormone follicolo stimolante.

GAMETI
Cellule riproduttive maschili e femminili: spermatozoo e ovocita.

GENETICA
La genetica è lo studio dei caratteri ereditari e della loro modalità di trasmissione dai genitori ai figli.

GENITALI
Organi sessuali, deputati al rapporto sessuale ed alla conservazione della specie. Nell’uomo: testicoli, vescicole seminali, pene. Nella donna: vagina, utero, tube di Falloppio, ovaie.

GHIANDOLE ENDOCRINE
Organi preposti alla secrezione degli ormoni.

GIFT (Gamete Intra Fallopian Transfer)
I gameti ovociti e spermatozoi vengono, una volta posti nello stesso catetere, trasferiti nelle tube. La tecnica di trasferimento può essere laparoscopia, ecografica o anche isteroscopica.

GONADARCA
Maturazione delle gonadi sotto l’influenza delle gonadotropine ipofisarie nel quadro della pubertà.

GONADI
Termine per definire scientificamente le ovaie nelle donne e i testicoli negli uomini.

GONADOTROPINA UMANA CORIONICA (HCG: Human Corionic Gonadotropin)
Ormone secreto in condizioni fisiologiche dai villi coriali.

GONADOTROPINE
Ormoni prodotti dall’ipofisi che regolano la produzione di ormoni sessuali (steroidi) da parte delle gonadi e che controllano la gametogenesi (ovogenesi e spermatogenesi). Sono distinte in: ormone follicolo stimolante (FSH) e ormone luteinizzante (LH).

GRAVIDANZA
Stato della donna dal concepimento sino al parto.

GRAVIDANZA ECTOPICA
Localizzazione del prodotto dal concepimento al di fuori della sua sede naturale cioè la cavità dell’utero.

HAMSTER TEST O SPERM PENETRATION ASSAY (SPA)
Valuta il punto critico della fertilizzazione in Vitro cioè “ la penetrazione dello spermatozoo nella cellula uovo”. Vengono messi in incubazione gli ovociti di Hamster con gli spermatozoi capacitati, quindi valutata al microscopio la percentuale di uova penetrate ed il numero di spermatozoi in ciascuna di essa.

IBT (Immuno Bead Test)
Test per la ricerca di anticorpi antispermatozoo sul plasma seminale ma anche su siero, liquido follicolare, muco cervicale. Dosa gli anticorpi antispermatozoi IgG, IgA ed IgM. Con questo test, si può localizzare anche il sito di legame dell’anticorpo sullo spermatozoo (testa, tratto intermedio, coda).

ICSI (Intra Cytoplasmic Sperm Injection)
Inseminazione intracitoplasmatica. Tecnica riservata nelle gravi oligozoospermie (numero di spermatozoi inferiore a 500.000 per ml) con teratozoospermia (numero forme normali inferiore al 2%), astenozoospermia (spermatozoi anche immobili). Questa tecnica consiste nel prendere un solo spermatozoo e mediante un microago iniettarlo nel citoplasma dell’ovocita.

IDROTUBAZIONE
Lavaggio delle tube di Falloppio con soluzione sterile a cui possono essere aggiunti farmaci come antibiotici, cortisonici e mucolitici a scopo terapeutico e per valutare la pervietà tubarica.

IMPIANTO
Processo mediante il quale l’embrione si annida nell’endometrio.

INDUZIONE DELL’OVULAZIONE
Terapia medica che stimola la crescita e lo sviluppo follicolare. Nei programmi di fertilizzazione in vitro si induce una crescita multifollicolare.

INFERTILITA’
Incapacità di portare a termine una gravidanza.

INFERTILITA’ IDIOPATICA
Quando non si riesce a stabilire le cause dell’infertilità.

INSEMINAZIONE
Termine generico per indicare le necessità di dover artificialmente deporre il liquido seminale capacitato o non nell’apparato genitale femminile. Questa può essere: paracervicale (il liquido seminale non capacitato viene deposto nel fornice vaginale posteriore), intracervicale (quando viene deposto nel canale cervicale), intrauterina (gli spermatozoi vengono deposti in cavità uterina), intratubarica (nelle tube), intraperitoneale (con una puntura del fornice vaginale posteriore gli spermatozoi vengono deposti nel cavo peritoneale).

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE
Processo che sostituisce il rapporto sessuale che ha lo scopo di facilitare l’incontro tra spermatozoo e ovocita.

IPI (Intra-Peritoneal Insemination)
Vedi anche Inseminazione. Con una puntura del Douglas, gli spermatozoi vengono deposti nel cul di sac delimitato dal fornice vaginale posteriore detto cavo del Douglas. Da qui gli spermatozoi percorrono in senso inverso le tube, fertilizzando l’ovocita. L’indicazione è rappresentata essenzialmente dalla astenozoospermia isolata, dove il movimento degli spermatozoi viene in parte aiutato da quello tubarico.

IPOFISI
Ghiandola endocrina situata alla base del cervello che secerne una serie di ormoni fra cui le gonadotropine (FSH-LH).

IPOSPERMIA
Si definisce ipospermia la condizione in cui ripetute analisi del seme rivela un volume seminale inferiore a 1,5 ml.

IPOTALAMO
Organo dell’encefalo situato alla base cranica e deputato alla regolazione d’importanti funzioni endocrine e neuro-vegetative.

IRSUTISMO
Eccessiva crescita di pelo in sedi dove esso è normalmente assente nel sesso femminile.

ISTEROSALPINGOGRAFIA (ISG)
Esame radiologico che consente lo studio dell’apparato genitale femminile (utero e tube). Si esegue introducendo un liquido di contrasto radioopaco e controllando radiologicamente la sua disposizione nell’apparato genitale femminile, definendone i contorni e la pervietà delle tube.

ISTEROSCOPIA
Osservazione diretta del canale cervicale e della cavità endometriale mediante uno strumento a fibre ottiche (isteroscopio).Esame di primaria importanza nei sospetti di malformazione uterina, permette di visualizzare gli osti tubarica, quindi con dei sottilissimi cateteri incanulare la tuba e deporvi i gameti (GIFT), gli zigoti (ZIFT), gli embrioni (TET) o gli spermatozoi.

IUI (Intra Uterin Insemination)
Inseminazione intrauterina. In questa, il liquido seminale capacitato viene trasferito in cavità uterina mediante un sottile catetere. Trova prevalentemente indicazione nella patologia del canale cervicale, dove la cattiva o assente produzione di muco cervicale impedisce la risalita degli spermatozoi verso la cavità uterina.

IVF-ET (In vitro fertilizzazione embrio transfer)
Vedi Fiv-et.

KREMER TEST
Test che valuta la compatibilità del liquido seminale con il muco cervicale della partner (Kremer semplice) od anche di una donatrice (Kremer crociato). Il muco cervicale, posto in un capillare, viene messo a contatto con il liquido seminale, quindi al microscopio valutata la migrazione degli spermatozoi nel muco.

LAPAROSCOPIA (LPS)
Tecnica endoscopica per visualizzare la cavità addominale e gli organi riproduttivi interni femminili. Permette di valutare la morfologia e mobilità dell’utero, la morfologia e la pervietà delle tube e la morfologia ovarica (laparoscopia diagnostica); nello stesso tempo permettere interventi chirurgici (laparoscopia operativa).

LH
Vedi Ormone luteinizzante.

LIQUIDO SEMINALE
E’ l’insieme del plasma seminale e degli spermatozoi che viene emesso durante l’eiaculazione.

MALATTIA VENEREA
Infezione trasmessa mediante rapporto sessuale.

MAR TEST
Test al lattice per la ricerca di anticorpi anti-spermatozoo. Si esegue direttamente sul plasma seminale valutando solo le IgG (immuno-globuline G.)

MENARCA
Comparsa del primo sanguinamento mestruale, in media tra i 12 e i 14 anni.

MENOPAUSA
Cessazione definitiva delle mestruazioni dovuta ad esaurimento della funzione ovarica oppure alla asportazione chirurgica delle ovaie.

MENORRAGIA
Perdita mestruale più abbondante e/o di maggiore durata rispetto ad un flusso normale.

MESA (Microsurgical Epididymal Sperm Aspiration)
Indica la tecnica per cui gli spermatozoi vengono prelevati dall’epididimo ed utilizzati per fertilizzare gli ovociti mediante la tecnica ICSI. Trova indicazione nelle patologie ostruttive dei deferenti; cioè quando gli spermatozoi vengono normalmente prodotti ma non vengono escreti per occlusione del canale che dall’epididimo va alle vescichette seminali.

MESTRUAZIONI
Desquamazione della mucosa uterina che si verifica in modo ciclico, normalmente una volta al mese, durante il periodo riproduttivo della vita della donna, e si evidenzia con una perdita pseudo-ematica vaginale.

METRORRAGIA
Perdita ematica che compare tra due mestruazioni, oppure in menopausa.

MICROINIEZIONE OVOCITARIA Vedi ICSI.
Tecnica di fertilizzazione extra-corporea con l’introduzione dello spermatozoo nell’ovocita mediante appositi strumenti di laboratorio.

MUCO CERVICALE
Sostanza mucosa prodotta in fase preovulatoria dalle ghiandole della cervice uterina che favorisce il passaggio degli spermatozoi nell’utero dopo il rapporto sessuale.

MUCOGRAFIA
Valutazione delle proprietà biofisiche e biochimiche del muco cervicale in relazione alle variazioni fisiologiche dei livelli circolanti degli ormoni sessuali (estrogeni). Le caratteristiche che vanno valutate sono: quantità del muco cervicale, viscosità, filanza, cristallizzazione (fern-test), cellularità. Permette di individuare indirettamente il momento dell’ovulazione.

OLIGOMENORREA
Mestruazione irregolare per quantità e periodicità della comparsa della mestruazione.

OLIGOSPERMIA Diminuzione del numero degli spermatozoi nel liquido seminale. Si considera patologico un numero di spermatozoi inferiore a 20 milioni per millilitro.

ORMONE
Sostanza elaborata dalle ghiandole endocrine. Ogni ormone ha una funzione specifica nel regolare importanti funzioni vitali.

ORMONE FOLLICOLOSTIMOLANTE (FSH: Follicole Stimulating Hormone)
Ormone secreto dall’ipofisi che stimola lo sviluppo del follicolo ovarico nella donna in età riproduttiva e la spermatogenesi nell’uomo.

ORMONE LUTEINIZZANTE (LH: Luteinizing Hormone)
Ormone secreto dall’ipofisi che svolge una duplice funzione: provocare lo scoppio del follicolo ovarico maturo e stimolare la secrezione del progesterone da parte del corpo luteo.

OVAIE
Due organi a forma di mandorla situati ai lati dell’utero che producono gli ovociti e secernono gli ormoni sessuali femminili (estrogeni e progesterone).

OVULAZIONE
Serie di eventi ormonali, che portano allo scoppio del follicolo con liberazione della cellula uovo.

OVULO o OVOCITA
Cellula riproduttiva femminile.

OVULODONAZIONE Condizione in cui una donna non può utilizzare i propri ovociti a fini procreativi per cui si ricorre ad ovociti di una donatrice che vengono fertilizzati con gli spermatozoi del partner della ricevente e gli embrioni ottenuti trasferiti in quest’ultima. Trova indicazione in patologie della ricevente quali: la menopausa, la sindrome di Turner (non con cariotipo xo sterili), etc.

P.C.T. (Posta Ciotola Test)
Valuta in vivo la migrazione degli spermatozoi nel muco cervicale. Si esegue 6-10 ore dopo il rapporto sessuale. Viene prelevato il muco cervicale ed il liquido presente nel fornice vaginale posteriore, ed al microscopio valutata la presenza e la motilità degli spermatozoi presenti.

PIOSPERMIA
Presenza nel liquido seminale di batteri.

PLACENTA
Organo fetale connesso con la parete uterina mediante cui si svolgono tutti gli scambi nutritivi e gassosi tra madre e feto attraverso il cordone ombelicale.

POLIMENORREA
Mestruazione troppo frequente, di normale intensità e durata; l’intervallo tra i due cicli è inferiore a 25 giorni.

PRELIEVO OVOCITARIO
Le tecniche di prelievo ovocitario, iniziate con la laparoscopia, hanno subito vari passaggi: prelievo ecoguidato transaddominale, prelievo ecoguidato transvescicale, prelievo ecoguidato transvaginale. Tecnicamente consiste nel pungere il follicolo ovarico ed aspirarne il liquido, quindi al controllo microscopico reperire l’ovocita.

PROGESTERONE Ormone sessuale femminile secreto dopo l’ovulazione dal corpo luteo delle ovaie per preparare l’utero alla gravidanza o in mancanza di questa alla mestruazione.

PROLATTINA
Ormone secreto dall’ipofisi, prepara il seno all’allattamento e rende possibile la secrezione del latte. Può interferire nella regolazione del flusso mestruale.

PUBARCA
Inizio della crescita dei peli del pube nel quadro della pubertà.

PUBERTA’
Stadio del processo di sviluppo dell’organismo femminile in cui si assiste a un’accelerazione della crescita corporea ed alla maturazione sessuale. L’età di inizio è generalmente compreso tra i 10 e i 14 anni.

S.C.M.C. (Sperm Cervical Mucus Contact)
Serve a valutare la migrazione degli spermatozoi nel muco cervicale. Tecnicamente si esegue ponendo a contatto una goccia di liquido seminale ed una di muco cervicale, quindi al microscopio si osserva la migrazione degli spermatozoi nel muco.

SESSO
Assegnazione di individui di specie bisessuale al sesso maschile o femminile secondo criteri differenti.1) sesso cromosomico o genetico: cellule con cromosoma xy sono considerate maschili, con cromosoma xx come femminili, 2) sesso gonadico: differenziazione delle gonadi in senso maschile (testicoli) o femminili (ovaie); 3) sesso genitale: assegnazione a seconda dell’aspetto dei genitali esterni e dei caratteri sessuali secondari; 4) sesso psichico: autoidentificazione sessuale come maschio o come femmina; 5) sesso sociale: inquadramento sessuale e assegnazione delle parti dall’ambiente circostante.

SINDROME DA IPERSTIMOLAZIONE OVARICA (OHSS)
Si tratta di una sindrome generalmente conseguente alle terapie per l’introduzione della super-ovulazione nelle tecniche di fecondazione assistita. La sindrome è rappresentata da un eccessivo ingrossamento delle ovaie e da una comparsa di ascite, cioè di liquido libero in addome e una serie di disturbi di carattere generale.

SINDROME DELL’OVAIO POLICISTICO (PCOS): (Policistic ovarian Sindrom)
Si tratta dello sviluppo di formazioni cistiche multiple dell’ovaio per mancato scoppio dei follicoli. Si verifica spesso in età giovanile ed è caratterizzata da alterazioni dei rapporti degli ormoni ipofisari FSH e LH.

SPERMATOZOI
Cellule riproduttive maschili.

SPERMIOGRAMMA
Analisi di laboratorio del liquido seminale.

SPOTTING
Perdita ematica genitale intermestruale lieve nella donna a diversa eziologia (organica, traumatica, endocrina, neoplastica).

STRISCIO VAGINALE
Striscio su vetrino del secreto prelevato con una spatola o con un’ansa dal fornice vaginale, per la valutazione della forma e della colorabilità delle cellule epiteliali e per la determinazione della fase del ciclo e dell’attività ormonale.

SUPEROVULAZIONE
Induzione ormonale dell’ovulazione per la maturazione di numerosi follicoli, ad esempio per la fertilizzazione in vitro.

SUZI (Subzonal Insemination)
Gli spermatozoi, in media 3-4, mediante un microago, vengono deposti nello spazio perivitellino, che si trova tra la menbrana citoplasmatica delle cellule uovo e la zona pellucida. Da questo spazio, uno spermatozoo dovrà penetrare attraverso la menbrana citoplasmatica nella cellula
uovo e quindi iniziare la fertilizzazione.

TAMPONE VAGINALE
Esame colturale del secreto vaginale al fine di rilevare la presenza di microorganismi di varia natura (Candida, Trichomonas, ecc.).

TELARCA
Sviluppo graduale della ghiandola mammaria, primo segno di pubertà nella femmina.

TEMPERATURA BASALE
Temperatura corporea misurata per via rettale o vaginale subito dopo il risveglio, prima di alzarsi. E’ indice indiretto dell’attività ovarica, dal momento che gli ormoni sessuali ovarici agiscono a livello dei centri termoregolatori nel sistema nervoso centrale, influenzando la temperatura corporea.

TERATOZOOSPERMIA
Indica l’aumentata incidenza di anomalie morfologiche degli spermatozoi. Secondo le più recenti indicazioni sulla morfologia, si considera normale un liquido seminale che presenta più del 14% di spermatozoi normali.

TESA (Testicular Sperm Aspiration)
Gli spermatozoi vengono isolati direttamente dal tessuto testicolare e quindi utilizzati per la fertilizzazione ovocitaria.

TEST DI CAPACITAZIONE
Il test di capacitazione permette, di isolare dal liquido seminale gli spermatozoi normali e maggiormente mobili che teoricamente sono quelli che hanno maggiore potere fecondante. Più propriamente viene definito come: test di attivazione spermatica.

TEST DI PENETRAZIONE MUCO-SPERMA
Questi test permettono di valutare la migrazione degli spermatozoi nel muco cervicale femminile. Tendono a mettere in evidenza un fattore cervicale nella donna o un’incompatibilità di natura immunitaria. Se il test è effettuato in vivo si definisce P.C.T. (Post Coital Test); se in vitro: test di penetrazione nemaspermica o test di Kremer, o anche S.C.M.C. test.

TESTICOLI
Organi sessuali maschili deputati alla secrezione di spermatozoi e di ormoni maschili.

TESTOSTERONE
Ormone sessuale maschile responsabile in buona parte delle caratteristiche psico-fisiche dell’uomo.

TET (Tubal embrio Transfer)
Gli embrioni ottenuti con la fertilizzazione in vitro vengono trasferiti nella tuba.

TIMING DELL’OVULAZIONE
Consiste nel valutare il momento in cui avviene l’ovulazione. Questo è possibile con l’ecografia (valutando quotidianamente la crescita follicolare e la deiscenza) oppure con il dosaggio dell’LH plasmatico.

TIUG (Transfer Intra Uterino dei Gameti)
Gli spermatozoi e gli ovociti vengono trasferiti nella cavità uterina, dove dovrebbe avvenire la fertilizzazione degli ovociti e quindi l’impianto degli embrioni ottenuti.

TUBE DI FALLOPPIO
Organo che collega l’utero con la cavità addominale. Ha funzione di provvedere al pick-up dell’ovulo dopo lo scoppio del follicolo e di trasportarlo nell’utero. All’interno delle tube avviene l’incontro con lo spermatozoo e l’embrione sosta in questo organo almeno da tre a cinque giorni prima di essere trasportato nella cavità uterina.

UTERO
Organo impari-mediano a forma di pera capovolta nel quale avviene l’annidamento e lo sviluppo dell’embrione.

VAGINA
Organo impari-mediano muscolo-connettivale, importante nell’accoppiamento e come canale del parto.

VULVA
Genitali esterni femminili.

ZIFT (Zigoti Intra Fallopian Transfer)
I pre-embrioni, zigoti, vengono trasferiti nella tuba. Il transfer viene eseguito dopo circa 24 ore dal prelievo ovocitario per via laparoscopica o isteroscopica o con controllo ecografico.

ZIGOTE
Ovocita fecondato; primissima fase dello sviluppo embrionario.

a - b - c - d - e - f - g - h - i - k - l - m - n - o - p - q - r - s - t - u - v - z


birthmark.it a no copyright art brand